Letture : 1.165

Quarta vasca, ancora tu?

1

Penna, inchiostro e calamaio. I trascorsi scolastici, evidentemente, causano la vera e propria passione di Territorio per le ripetizioni.

vendita

Titolo del tema, ancora una volta, la quarta vasca di Cava dei Modicani.
Svolgimento: il sindaco Federico Piccitto responsabile della mancata realizzazione.

http://www.ragusaoggi.it/68697/rifiuti

La memoria, però, non deve essere uno dei punti di forza degli esponenti di Territorio; ed allora, proviamo ad aiutarli ancora una volta (l’ultima) autocitandoci (http://www.ragusa5stelle.it/6681-2/) e spiegando i motivi (veri) della NON realizzazione della quarta vasca a Cava dei Modicani. Gli amici di Territorio, lo prendano, se vogliono, come un bignami. E’ utile, almeno per la sufficienza. E non chiederemo i diritti d’autore.

COMPETENZE

E’ il problema principale: La competenza circa la gestione, la manutenzione, l’ampliamento e la realizzazione dell’impiantistica era di competenza dell’ATO Ragusa Ambiente, sarà della S.R.R. ATO7 Ragusa ed è allo stato attuale il Commissario Straordinario, che dovrà assistere la SRR per l’avvio delle relative procedure e poter garantire la dovuta continuità dei servizi anche mediante l’utilizzo degli uffici dell’ATO.

Il Comune di Ragusa non può, perciò, procedere alla progettazione e quindi alla eventuale realizzazione della stessa in maniera autonoma. Peraltro è stato sempre così: infatti la progettazione della 4° vasca la stavano espletando tecnici del Comune di Ragusa su incarico dell’ATO Ragusa Ambiente che aveva preso la decisione di realizzare la quarta vasca.

vendita
POSSIBILITA’

La naturale conseguenza è l’effettiva possibilità che la 4° vasca possa essere o meno realizzata. E NON può esserlo, per le seguenti ragioni:

-Secondo le normative vigenti, l’individuazione delle aree idonee alla localizzazione delle discariche prevede che: “I siti idonei alla realizzazione di discariche non devono ricadere in aree carsiche comprensive di grotte e doline”. Dallo studio geologico commissionato al Settore Geologia della Provincia Regionale di Ragusa, proprio in occasione dalla progettazione della 4° vasca, è emerso che il sito presenta forti caratteristiche di carsismo e dai coefficienti di permeabilità si conferma un complesso idrogeologico classificabile come “fratturato” e, soprattutto, “carsificato”. Pertanto tale sito risulta quantomeno sfavorevole alla realizzazione di un’ulteriore discarica.

-Il piano Regionale di Gestione dei Rifiuti non prevede la realizzazione di un’ulteriore vasca di discarica presso Cava dei Modicani,

-Anche il piano provinciale delle discariche, a quanto risulta, non prevede siti per discarica nel comune di Ragusa, nè tantomeno, quindi, nel sito di Cava dei Modicani.

In sintesi, quindi, la competenza per l’individuazione delle zone per l’ubicazione degli impianti di smaltimento dei rifiuti, quindi, di conseguenza, la possibilità di realizzazione della quarta vasca, non è in carico al singolo Comune, bensì agli enti preposti.

vendita1

Detto questo, veniamo ai contenuti del tema, ripetuto, proposto da Territorio. Con una premessa:

Il Sindaco Piccitto, citato nel comunicato di Territorio, ha solamente precisato che, se anche non ci fossero stati gli “impedimenti” tecnici che abbiamo citato, i tempi di realizzazione della 4° vasca non sarebbero stati certo immediati.

Quindi, quanto affermato da Territorio, appare singolare. Il fatto che, secondo Territorio, “il primo cittadino di Ragusa non possieda un minimo di autorevolezza sul piano regionale, o almeno la capacità di seguire in prima persona un qualsiasi iter burocratico”, è infatti smentito dall’evidenza: chi si è impegnato, in prima persona, per consentire l’attuale prosecuzione in esercizio della discarica di Cava dei Modicani, nel caos assoluto e certificato sul tema rifiuti della Regione Siciliana?

Ancora più singolare quanto si dichiara poco oltre: “Non c’è la quarta vasca, non si è realizzato l’innalzamento della terza, il nuovo servizio di raccolta dei rifiuti è ancora lontano dal partire e la quota della differenziata è rimasta invariata a come l’avevamo lasciata”.

E’ proprio l’innalzamento della terza vasca (l’unico, peraltro, previsto dai piani regionali e provinciali dei rifiuti, per il sito di Cava dei Modicani), con i relativi progetti presentati alla Regione Siciliana, che ha consentito, dal dicembre 2014, di prorogare l’esercizio della discarica fino al 31 gennaio del 2017. Altrimenti, Cava dei Modicani, sarebbe già chiusa.

Poi, il capolavoro: “Per avere la terza vasca ci sono voluti cinque anni, dice. E allora? Magari, una volta partita la procedura, per la quarta ci sarebbero voluti solo pochi mesi. Ma non potremo saperlo mai.”.

No, cari esponenti di Territorio. Lo sappiamo benissimo, grazie ad un precedente, relativo, proprio, all’innalzamento delle sponde della terza vasca (quella che voi pensavate non fosse stata ancora realizzata). Dal mese di aprile dello scorso anno, infatti, giace in Regione la richiesta di Valutazione d’Impatto Ambientale per il progetto di innalzamento, il quale, finora, ha peraltro consentito le proroghe che abbiamo citato prima. Da allora, però, non si è avuta alcuna notizia. Nonostante le continue richieste da parte di tutti gli enti coinvolti, infatti, non è stata effettuata nemmeno la prima conferenza dei servizi.

La conclusione di Territorio, infine, è epica: “La verità è che questo sindaco è sempre in cerca di scuse. Si scusasse con la città, piuttosto, per tornarsene a casa!”

Forse quelli che dovrebbero scusarsi, con i siciliani, sono altri. Magari chi improvvisa soluzioni “facili” e da circa 10 anni usa la parola “emergenza” come programma d’azione. Sapete chi è? E chi l’amministra? E chi lo sostiene nel Territorio (scusate il refuso dell’iniziale maiuscola)?

(http://palermo.blogsicilia.it/rifiuti-no-ai-poteri-speciali-in-sicilia-proroga-per-lemergenza/340243/)

Nessun aiuto, provate ad indovinare da soli. Le ripetizioni continue, dopo un po’, annoiano. E, specie per i cittadini, non sono gratis.

Share.

1 commento

  1. Pingback: A futura memoria: (se la memoria ha un futuro) - MoVimento 5 Stelle Ragusa

Leave A Reply