Letture : 566

INSIEME A TE NON CI STO PIU’

0

http://www.ragusaoggi.it/77491/punizione-divina-anzi-grillina-la-consigliera-maria-rosa-marabita-sospesa-per-un-anno

“Evidentemente nel Movimento 5 Stelle non si può essere dissidenti, non si può contestare dall’interno e non si possono mettere in evidenza gli aspetti non proprio positivi di un’Amministrazione con le stelle”.

“Come è noto la consigliera comunale ha semplicemente espresso il proprio punto di vista politico sull’attività dell’Amministrazione di Ragusa, un’Amministrazione a 5 Stelle che pero’, secondo la Marabita, non rispetta il programma elettorale”.

Vediamo cosa dice il regolamento del Movimento 5 Stelle:

“La sospensione può essere irrogata, per un periodo da uno a dodici mesi, per mancanze che abbiano provocato o rischiato di provocare una lesione all’immagine od una perdita di consensi per il MoVimento 5 Stelle, od ostacolato la sua azione politica”.

Non è una questione di dissenso, è una questione di posizione.

 

IMG_6260
“Ma chi sono questi, come si permettono?”. I probiviri. E per regolamento si occupano proprio di questo aspetto. Sono stati votati dagli attivisti.

“Chi li conosce, io vado avanti”. Ok, ma sono loro che decidono.

A seguito (anche) di queste dichiarazioni, quale può essere la conseguenza, se non la sospensione?

In realtà non sappiamo su quale aspetto si sia concentrata la decisione dei probiviri, ma immaginiamo sia dipeso da quanto dichiarato dalla consigliera Marabita in Consiglio Comunale, video poi ripreso da tutte le maggiori testate giornalistiche e da Striscia La Notizia.  Del resto,

“La sospensione può essere irrogata, per un periodo da uno a dodici mesi, per mancanze che ABBIANO PROVOCATO O RISCHIATO DI PROVOCARE una lesione all’immagine od una perdita di consensi per il MoVimento 5 Stelle, OD OSTACOLATO LA SUA AZIONE POLITICA”.

E lo capiamo anche analizzando il consueto intervento del prode Mario D’Asta, che (forse per dimenticare i problemi in casa democratica) tuona:

http://www.ragusaoggi.it/77494/marabita-sospesa-per-un-anno-dai-cinque-stelle

Davvero incredibile la deriva autoritaria nell’universo Cinque Stelle ma noi, come sempre accade, non stiamo a guardare più di tanto quanto accade in casa degli altri se non è strettamente correlato con la gestione amministrativa della nostra città.

Per parafrasare al contrario Michelangelo con il suo Mosè: perchè parli?

Anche perchè, poco prima:

per il fatto di avere osato criticare l’azione del sindaco Piccitto e dell’Amministrazione comunale in alcune sedute del civico consesso, è stata sospesa per un anno dai probiviri.

Lui, che non è del Movimento 5 Stelle, conosce l’esatto motivo della sospensione della Marabita; peccato che sbagli proprio bersaglio. Come dimostrato da quanto inserito nel regolamento, la semplice critica su un’azione amministrativa, non sembra essere motivo sufficiente per una sospensione.
Anche perchè, e D’Asta lo sa benissimo, anche in passato non sono mancate le critiche all’Amministrazione Comunale ed al sindaco. Anche più pesanti di quelle della consigliera Marabita: e non era affatto seguito il provvedimento di sospensione.

Ma soprattutto: un partito che non sa se è commissariato o meno a livello provinciale, che ha divisioni al suo interno che farebbero impallidire i matematici, in cui regna sovrano il caos e che, in diverse occasioni, ha usato metodi epurativi ben più gravi, può mettersi questo tipo di lezioni?
Anche a Ragusa, come detto, gli esempi non mancano:

La commissione regionale del PD avrebbe deciso di commissariare il partito a Ragusa

L’avv. Mimmo Barone dichiara di non avere notizia del Commissariamento dell’Unione Comunale PD

Altro intervento atteso, e scontato, quello del laboratorio 2.0.
http://www.ragusaoggi.it/77495/sospensione-della-marabita-solidarieta-da-lab-2-0

Questo ci consente un altro interessante spunto. La portavoce del laboratorio 2.0, Sonia Migliore, infatti, poco meno di un anno fa, fece questa scelta:

SONIA MIGLIORE SI AUTOSOSPENDE DALL’UDC

(In realtà, poi, in Consiglio Comunale continua a rimanere membro dell’Udc, ma questo è un dettaglio).
Il parallelismo è affascinante, perchè fa comprendere la pretestuosità delle polemiche degli altri partiti, nei confronti di una scelta interna al Movimento 5 Stelle. Su cui è davvero antipatico, oltre che strano, intervenire.
In una squadra la critica è legittima, ci mancherebbe.

Anche se a volte, e lo abbiamo dimostrato, i toni non sono proprio amichevoli.

Anche se a volte, non si capisce quale sia la critica.

Anche se a volte, più che una critica, pare più la voglia di sparare nel mucchio, come abbiamo spesso già riportato.
E comunque, è legittimo.
Ma se il resto della squadra, l’allenatore, il presidente, tutto lo staff, etc… NON LA PENSA COSI’.

E, solo a seguito, probabilmente, di un episodio che oggettivamente danneggia il Movimento, decide, sulla base di un regolamento votato dagli iscritti, di sospendere un proprio esponente, di quale deriva autoritaria, attacco alla democrazia, o altre amenità si parla?

Il danno d’immagine a proposito del servizio di Striscia la Notizia, peraltro, era stato rilevato dallo stesso laboratorio 2.0.

striscia la notizia

E’ semplice. E’ la democrazia.

Share.

Leave A Reply