Letture : 930

Comune di Ragusa – approvato il piano di spesa 2013 della legge su Ibla

2

In relazione al Piano di Spesa 2013, approvato lo scorso 16 dicembre dal Consiglio comunale, l’assessore ai Centri Storici Giuseppe Di Martino dichiara quanto segue:
Dopo l’approvazione del bilancio, del regolamento Tares, del piano triennale delle opere pubbliche, giunge in aula e viene approvato dopo 12 ore di lavori, il Piano di Spesa 2013 della Legge su Ibla. Un Piano di Spesa responsabile che ha voluto affrontare in maniera decisa il tema delle manutenzioni, della sicurezza e del completamento delle opere in corso.
Soddisfazione dell’amministrazione che attraverso questo strumento potrà investire 4,5 milioni di euro per migliorare e rendere più vivibile il centro storico.
Primo intervento il completamento di Palazzo della Cancelleria, bene Unesco, già consolidato con fondi della Protezione Civile e mai completato, fondamentale per poterlo destinare a spazio espositivo e di coworking, così come il completamento dell’emissario acque nere, nel tratto ss. 194 – vivai Ruta, che è ancora da realizzare.
Necessaria per la sicurezza di autoveicoli e di pedoni la realizzazione della doppia ringhiera di protezione del tratto di viadotto che collega la SS 115 con Largo San Paolo a Ragusa Ibla dove attualmente quella esistente è pericolante e in stato di totale degrado.
Vi sono poi tutti gli ingenti interventi di manutenzione richiesti a gran voce dalla cittadinanza e dai commercianti del centro storico; manutenzione delle sedi viarie e pedonali (che nei casi più gravi arriva fino al dissesto di tratti di marciapiede come su Corso Don Minzoni), degli impianti fognari e idrici che hanno perdite continue con conseguenze anche gravi sugli immobili, sulla pubblica illuminazione e sul verde pubblico. Un occhio di riguardo anche all’abbattimento delle barriere architettoniche di cui la nostra città è ancora troppo piena. La manutenzione straordinaria riguardante la pavimentazione ed i giochi per bambini di Villa Margherita e dei Giardini Iblei. Un ingente capitolo destinato anche alla manutenzione degli immobili comunali che, spesso, dopo gli interventi già avvenuti, a causa dell’incuria e del loro non utilizzo, versano in pessime condizioni. Anche per questi immobili è previsto ove mancano interventi per l’abbattimento delle barriere architettoniche.
Altro importante intervento è quello che riguarda il monitoraggio e la salvaguardia per la pubblica incolumità i cui fondi saranno destinati alle verifiche tecniche degli immobili strategici del centro storico, tra i quali la scuola G.B. Marini, la scuola dell’Ecce Homo, il Palazzo di Città e della Prefettura, il Ponte San Vito e la bretella di accesso a Ragusa Ibla dalla SS. 115; dopo tali verifiche sarà possibile accedere ai fondi per la messa in sicurezza di questi immobili attingendo ad ulteriori fondi messi a disposizione dal Dipartimento di Protezione Civile.
Intervento previsto anche per la sistemazione dell’ex biblioteca di Via G. Matteotti che potrebbe servire da spazio di aggregazione destinato ai bambini, ai giovani, agli anziani e a tutti i cittadini che avranno la possibilità di incontrarsi in un luogo in pieno centro storico. Anche le manifestazioni a carattere nazionale e internazionale, consolidate e nuove, che hanno già avuto un importante riscontro di pubblico, ricevono un’attenzione particolare vista la loro importanza per la rivitalizzazione del centro storico sia dal punto di vista culturale che economico.
Un Consiglio comunale che ha discusso tanto, per ben 12 ore, che ha trovato un punto di accordo tra maggioranza e opposizione su un emendamento comune per il miglioramento del capitolo destinato alle incentivazioni economiche incrementandolo a un totale di 510,000 €.
Durante l’arco dell’intera giornata si è discusso più volte del destino del Cinema Marino e degli interventi su via Roma. Le opposizioni hanno accusato più volte l’amministrazione di volere abbandonare l’idea del teatro anche se più volte sia l’amministrazione che la maggioranza hanno ribadito che la volontà non è quella di rifiutare tale idea bensì di verificarne la reale fattibilità, rimodulando i costi al fine di ridurne l’entità che ad oggi supera la cifra di 7.500.000 €. È stato ribadito anche che, in ogni caso, un intervento sull’ex cinema Marino non darebbe comunque in tempi brevi un teatro alla città. Un emendamento proposto dal presidente del Consiglio comunale Giovanni Iacono potrà dare la possibilità di fruire di un teatro in centro storico.
Un atto di indirizzo è stato presentato dalla maggioranza per interventi di riqualificazione del tratto di via Roma compreso tra la Rotonda e Corso Italia.
Infine si comunica che nelle ultime settimane è stato dato mandato agli uffici di adoperarsi per il completamento dei progetti e delle procedure amministrative per far partire diverse opere finanziate con i piani di spesa degli anni precedenti; in particolare la ripavimentazione di via Mariannina Coffa che darà continuità agli interventi già realizzati di piazza San Giovanni e del Ponte dei Cappuccini, il progetto di arredo di Piazza G.B. Odierna davanti ai Giardini Iblei che renderà fruibile il grande slargo lasciato dalla demolizione dell’istituto IPSIA, la ristrutturazione di via Tenente La Rocca e di via Torrenuova, che risulta un intervento di estrema importanza viste le perdite continue di acqua che sono penetrate all’interno delle abitazioni sottostanti e le cui strutture rischiano di essere compromesse irrimediabilmente.

Ragusa 18/12/2013

Share.

2 commenti

  1. Ottimo lavoro! 

    E' ora di ricostruire Ragusa più bella, inserita in un contesto di sviluppo sostenibile. Cercando almeno di compensare i danni fatti al territorio con la cementificazione selvaggia e priva di criteri urbanistici futuribili .

    Bei propositi e speriamo che tutto si porti a termine!!

    Facciamoci gli Auguri ( non solo di Natale e Capodanno! )

Leave A Reply